“Prevenire è meglio che curare…”

In tutto il mondo, il tumore al seno è la prima causa di morte per cancro tra le donne al di sotto dei 55 anni; vengono diagnosticati più di un milione di nuovi casi all’anno.

Nel 2005, un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilevato 502.000 morti in tutto il mondo.  Il tumore al seno è il secondo tumore più comune, infatti, l’8-9% di tutte le donne viene colpito da questa patologia.

In Italia, la diagnosi del tumore al seno interessa circa 450.000 donne, con circa 37.000 nuovi casi ogni anno. La malattia è responsabile di 8.000 decessi l’anno.

La diagnosi ed il trattamento precoce del tumore al seno aumentano l’aspettativa di vita: circa il 50% delle pazienti con un tumore individuato allo stadio iniziale può essere curato, mentre per le pazienti la cui diagnosi avviene quanto il tumore è ormai in fase avanzata le opzioni terapeutiche in massima parte mirano ad un allungamento del periodo di assenza di progressione della malattia, e quindi alla sopravvivenza. Con una diagnosi di tumore avanzato, la sopravvivenza media è di circa 18-36 mesi.

Moltissime associazioni promuovono e diffondono l’importanza della prevenzione. Una di queste, “Nastro Rosa”, da sedici anni, insieme alla LILT (Lega Italiana lotta Tumori) e Esteé Lauder Companies sono in prima linea nella lotta a questa grave patologia. Attraverso la prevenzione, sconfiggere la malattia è possibile nella stragrande maggioranza dei casi se gli esami di controllo vengono praticati con regolarità.

La prevenzione, per ogni donna, deve essere sinonimo di promozione del proprio benessere, della propria salute, ma anche della propria bellezza.

La campagna promossa nel 2009 da Nastro Rosa, ha un messaggio preciso e sintetico: “Non perdere tempo la migliore difesa è l’attacco”; la scritta è grande e comprende tutta la parte destra dell’immagine; sfondo scuro, scritta bianca; alla sinistra a mezzo busto compare Elisabetta Canalis, pronta a sferrare un pugno (nel pugno il nastro rosa, simbolo dell’associazione).

È una campagna semplice e diretta, che punta alla diffusione della prevenzione.

Altra campagna è quella di Oliviero Toscani per la Fondazione Veronesi, sulla diagnosi precoce del cancro al seno. Tre donne (Monica Guerritore, Olivia Toscani e Nadia Ricci) dietro una tenda bianca semitrasparente che lascia in vista il loro volto e uno dei seni nudi. Apparsa su quotidiani italiani e settimanali femminili per promuovere la prevenzione di un tumore che colpisce le donne. La campagna parte da una lettera di una donna, che il fotografo riceve nell’agosto del 2008 “La cosa che devasta una donna è la mancanza di intimità, intimità che viene a finire in modo violento”. Così il fotografo ne parla con Veronesi e con Cleto Sagipanti, a capo della Manas, ditta che produce scarpe da donna. Così il progetto parte, e che è promossa da questa ditta di scarpe, si legge bene, anche nella campagna.

 

 Elena Sofia Ricci è la protagonista della campagna per la promozione della diagnosi precoce del tumore al seno promossa da Europa Donna. Un video che ha l’obiettivo di invitare tutte le donne ad effettuare regolari controlli, attraverso il messaggio “Europa Donna vi invita a scoprire il seno”. Questa campagna è patrocinata dal Ministero della Salute e da Pubblicità Progresso.

Il Ministero della Salute in collaborazione con la LILT (Lega Italiana lotta ai tumori) e l’Osservatorio Nazionale screening ha avviato nel 2009 una campagna di sensibilizzazione allo screening del cancro del seno, della cervice uterina e del colon retto. Il cancro coinvolge milioni di persone in tutta Italia: malati, ex-malati e familiari. Incide sulla vita dei singoli e sul tessuto sociale, e soprattutto assorbe grandi risorse da parte del Servizio Sanitario Nazionale. La prevenzione è dunque uno strumento molto importante, poiché aumenta notevolmente la possibilità di guarigione, garantendo cure tempestive, meno invasive e più efficaci.

Una campagna di raccolta fondi di Komen Italia Onlus, organizzazione che si occupa di prevenzione e assistenza nel settore dei tumori al seno ha un’immagine di una ragazza di schiena, nuda, con il segno del costume, ed il messaggio è “Per il 90% dei tumori al seno c’è una cura che non lascia segni. La prevenzione.”

 

Vi sono anche campagne di sensibilizzazione con testimoni che spronano chi è ammalato a non rassegnarsi. È il caso di Emma, che ha battuto il cancro al seno e posa nuda in topless. Ha 33 anni, bionda e un bel sorriso. Posa nella campagna organizzata dal Centro di Ricerca inglese contro il cancro, con in mano una papera in plastica, coperta di bodypaint.

Immagine sorridente molto diretta del post-cancro, di chi ha battuto il male.

 Una campagna di ricerca fondi, l’ha promossa la Apple insieme alla Breast Cancer Research Foundation, che si occupa della ricerca contro il cancro al seno. Nel pacchetto dell’Ipod Shuffle Rosa in una catena di negozi statunitensi, si include una gift card da utilizzare su Itunes Store. Ha il preciso scopo di donare 25 dollari alla fondazione.  

Inoltre la Apple, ha lanciato con la collaborazione dello store “Harrods” un’edizione esclusiva di Ipod Touch, realizzato con un retro placato in oro a 24 carati, in tiratura limitata per aiutare Teenage Cancer Trust, la ricerca contro il cancro per i giovani adolescenti.  Il retro del touch è autografato dal giocatore del Chelsea Frank Lampard, e mostra la scritta “Limited Edition”.

La limited edition costa 60 dollari in più della versione classica.

Ma vi sono compagnie famose, oltre Esteé Lauder, già citata prima, che non mostra nessun suo prodotto nelle sue campagne sociali, non si fa nessun tipo di pubblicità: esempio molto toccante è quella messicana della fondazione Avon contro il cancro. Ha vinto la VII edizione (2006) del Caracol De Plata per la categoria Print. Da come si deduce dalla foto, il titolo è “Lagrima”.

 “Miss Bikini” al Pink Tie Ball di Roma a sostegno dell’Associazione Komen Italia, sarà special guest, all’evento escluso e galà di beneficienza in programma il 25 Novembre 2009 al St. Regis Grand Hotel di Roma. Donerà un mini guardaroba “Miss Bikini Vintage” di dieci eclusivi outfit i cui proventi della vendita durante la serata, andranno a sostegno dell’Associazione per la lotta al tumore al seno. Madrina della Komen Italia è Maria Grazia Cucinotta, mentre Rosanna Banfi è testimonial in rosa dell’Associazione. La direttrice della griffe afferma “non potevamo mancare anche quest’anno, l’attenzione all’aspetto charity è sempre stata parte della strategia Miss Bikini. Riteniamo infatti che la moda non debba essere solo glamour, red carpet o passerella ma anche un veicolo per progetti legati alla solidarietà in tutti i settori”.

Oltre alle case di moda, anche le migliori aziende di design italiano aiutano la ricerca oncologia; a palazzo Marino, il sindaco di Milano Moratti, il presidente Adi (Associazione per il Disegno Industriale) Bocchietto e il presidente AIRC (Associazione Italiana per la ricerca sul cancro)Borromeo presentano “Love Design”, una grande mostra mercato pensata per tutti gli amanti del design, arredamento e dell’arte in generale ospitata a Milano dal 23 al 25 Ottobre 2009.  Questa iniziativa nata nel 2003, ha un duplice interesse: sostenere la ricerca sul cancro, promuovere una nuova forma di sensibilizzazione sull’attività svolta dall’AIRC e raccogliere fondi per alimentarla e sostenerla; e insieme creare un volano di interesse attorno al design italiano.

Un video molto popolare, che ha fatto molto discutere, è stato creato da un’associazione per la prevenzione del cancro al seno di Toronto. La protagonista è la DJ Aliya-Jasmine Sovan di MTV Canada, che passeggia ai bordi di una piscina in cui si svolge un party, con un micro bikini bianco, sotto gli sguardi libidinosi dei presenti.

Il titolo del video “Save the boobs” (“Salva le tette”) è stato progettato per promuovere la raccolta di fondi annuali, ma anche per sostenere le iniziative di raccolta fondi per le giovani superstiti del cancro al seno, in tutto il Canada. E’ un video attraente, capace di diffondersi sul web, per raggiungere il maggior numero di persone possibili. Il video, in effetti, su You Tube, ha collezionato moltissime visite, e si spera, che tutte le donne che abbiano visto questa campagna siano andate a fare una mammografia, o uno screening.  

Abbiamo visto, come le associazioni italiane e non, contro il tumore al seno, si prodigano in ogni modo (video, immagini, spot, ricerca fondi) per diffondere la prevenzione e dunque la guarigione delle ammalate. Solo con una campagna di sensibilizzazione, infatti, ci si può difendere. Spero di aver contribuito anche io a diffondere questo messaggio.

Rita Chelucci

8 Responses to ““Prevenire è meglio che curare…””


  1. 1 PANDORA ACCESSORIES 09/07/2012 alle 10:48

    Wow that was odd. I just wrote an really long comment but after
    I clicked submit my comment didn’t show up. Grrrr… well I’m not writing all that over again. Regardless, just wanted to say great blog!

  2. 2 snesclassics.com 01/11/2012 alle 14:24

    Woah! I’m really loving the template/theme of this blog. It’s simple,
    yet effective. A lot of times it’s difficult to get that “perfect balance” between usability and appearance. I must say that you’ve done a great job with this.
    Also, the blog loads extremely quick for me on Opera.
    Excellent Blog!

  3. 3 ortopedia online 05/12/2012 alle 16:05

    I hardly leave remarks, but i did some searching and wound up
    here Prevenire è meglio che curare | SOCIALCOM.
    And I actually do have 2 questions for you if
    it’s allright. Is it just me or does it look like a few of the responses come across like left by brain dead folks? 😛 And, if you are posting on additional sites, I’d like to keep
    up with everything new you have to post. Would you make a list of every one of all your social sites like your Facebook page, twitter feed, or linkedin profile?

  4. 4 alkaloids 23/02/2013 alle 13:06

    Excellent article. I will be dealing with a few of these issues as well.
    .

  5. 5 Hot Nude Body - beautiful nude body 29/08/2013 alle 10:18

    I will right away snatch your rss as I can’t find your e-mail subscription link or newsletter service.

    Do you’ve any? Kindly let me understand so that I may subscribe.
    Thanks.

  6. 6 videos porno tetonas 30/11/2016 alle 13:06

    Hey, I think your site might be having browser compatibility issues.
    When I look at your blog site in Ie, it looks fine but when opening in Internet Explorer, it has some overlapping.
    I just wanted to give you a quick heads up!

    Other then that, awesome blog!

  7. 7 orgasum 19/12/2016 alle 04:00

    Exercise and diet without thought and feeling alignment is simply pushing poop up
    the proverbial hill. Most men who are suffering from gynecomastia are in great confusion and dilemma that they often wonder
    what they will become when they walk around with those
    women-like breasts. Red Bull: More cocaine found,
    countries ban energy drinks Red Bull’s cocaine problem spreads to Austria.


  1. 1 “Prevenire è meglio che curare…” « SOCIALCOM Trackback su 21/03/2010 alle 16:24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




About us

Questo blog nasce all’interno del corso di Comunicazione sociale della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Sassari. Ora prosegue la sua strada al di là del lavoro universitario. Il blog, interamente gestito dagli studenti e studentesse del corso di Laurea Magistrale in Mediares – Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale, ha come obiettivo quello di riflettere e studiare il mondo della comunicazione analizzandone i contenuti e le forme e proponendo analisi critiche e teoriche su questo variegato mondo.
marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Paperblog


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: