Quando una notizia è importante?

Questo è quello che succede in un’ Italia in cui tutto va a rovescio, in cui più niente funziona, in cui i giornali non possono informare i cittadini su come realmente stanno le cose perché se no sono bugiardi e terroristi, un paese in cui certi editori asserviti al potere, per nasconderci l’amara realtà che il Paese sta sta scivolando in un baratro profondo, nascondono le vere e necessarie notizie con notizie pruriginose e non di importanza vitale.

Un corpo perfetto, praticamente nudo, tolti un paio di ali da angelo, dei sandali argentati, sguardo ammiccante, e il titolo: “Questa donna è un pericolo pubblico”. Così si presenta la copertina dell’ultimo numero di Panorama, in edicola questa settimana. Il titolo fa riferimento alla vicenda della pornostar ungherese Brigitta Bulgari, che è stata arrestata e rischia una condanna fino a 12 anni di reclusione per uno spogliarello un pò troppo hard, avvenuto il 27 febbraio scorso in un locale di Fossato di Vico, provincia di Perugia.

Al di là delle considerazioni personali sulla vicenda, è sconcertante notare come un  giornale possa considerare un episodio del genere degno della copertina, in una situazione economica, politica e sociale drastica come quella del nostro paese. In un momento in cui si discute e si lavora sulla legge contro le intercettazioni, la cosidetta “legge bavaglio” che metterebbe sotto silenzio tutta l’informazione libera, in cui emergono nuove  scioccanti notizie sul terremoto all’Aquila, in cui la percentuale dei disoccupati e dei cassaintegrati aumenta vertiginosamente, non si trova niente di meglio da fare che mettere in prima pagina la vicenda personale di una pornostar, come se questo rappresentasse un grave problema del Paese?  Panorama non è una rivista obiettiva ed imparziale, e ciò poteva essere prevedibile, ma continuare a negare deliberatamente i problemi del paese da parte di una fetta di politica, editoria e giornalismo è una pratica che inizia a diventare offensiva nei confronti dei cittadini.

L’immagine dell’Italia che emerge da certo tipo di editoria e giornalismo non è di certo delle migliori. Un’Italia talmente assuefatta alla cultura dell’edonismo mediatico sfrenato da legittimare che una rivista ‘d’informazione’ parli della vicenda giudiziaria di una pornostar,  anziché dei veri problemi del paese; un’Italia capace di tenere in considerazione la donna solo quando oggetto sessuale, e non quando madre, lavoratrice e cittadina. Un’Italia che va al contrario, distorta dalla visione del mondo patinata e illusoria creata dal ventennio berlusconiano, per cui la cultura si esaurisce nel sesso e la giustizia diventa l’orco che imprigiona fanciulle innocenti, Il giornale si è chiesto “c’era proprio bisogno di rinchiuderla?”. Io mi chiedo: c’era davvero bisogno di parlarne?

Emma Gobbato

2 Responses to “Quando una notizia è importante?”


  1. 1 Via Vai 17/07/2010 alle 17:16

    Mi dispiace che l’autrice di questo articolo sia così disturbata da una vicenda che definisce “pruriginosa”.
    Vorrei capire: perché non si dovrebbe parlare di una ragazza che rischia una condanna a 12 anni (ed ha già passato parecchi giorni in galera) SENZA AVERE COMMESSO ALCUN REATO ?
    Tengo a precisare: il reato esiste, ma è stato commesso esclusivamente dal proprietario del locale in cui Brigitta Bulgari si è esibita. Il locale non ha i permessi per questo tipo di spettacolo, vengono fatti entrare anche i minorenni e cosa succede? Arrestano non il gestore, ma l’artista che si esibisce ?? In nessun paese civile (e forse nemmeno in quelli meno civili) succederebbe una cosa del genere.
    Per rispondere a chi ha scritto l’articolo: CERTO CHE C’E’ BISOGNO DI PARLARNE !! Semmai, è vero che bisognerebbe parlare di episodi del genere non solo quando riguardano personaggi famosi, ma anche quando capitano alla gente comune …

  2. 2 Andrea Sperelli 21/07/2010 alle 16:07

    Fiato sprecato, questo è un blog di bolscevichi che si mascherano da paladini del bene del giusto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




About us

Questo blog nasce all’interno del corso di Comunicazione sociale della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Sassari. Ora prosegue la sua strada al di là del lavoro universitario. Il blog, interamente gestito dagli studenti e studentesse del corso di Laurea Magistrale in Mediares – Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale, ha come obiettivo quello di riflettere e studiare il mondo della comunicazione analizzandone i contenuti e le forme e proponendo analisi critiche e teoriche su questo variegato mondo.
giugno: 2010
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Paperblog


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: